Blandito

Se esiste una costante nella vita, soprattutto nel momento storico che stiamo vivendo, è il cambiamento. La parola d'ordine del nostro tempo è velocità: fast-food, fast-fashion, high-speed internet. Tutto fluisce velocissimo e inesorabile, tecnologia in primis, e noi dobbiamo necessariamente starle dietro. I social media ci rendono connessi e reperibili 24 ore al giorno, senza più confini tra pubblico e privato. La società ci esorta ad essere competitivi e produttivi sempre, lavorando anche da casa, dato che Internet lo permette. In quest'epoca di forte stress e ansia per il futuro, i designer reinterpretano il concetto di trasformazione creando originali soluzioni d'arredo imbottite e polifunzionali in cui riappropriarsi della dimensione temporale e umana nel miglior modo possibile: recuperando le relazioni con gli altri componenti della famiglia e con sè stessi. Con tutta calma.

  • Blandito, il tappeto trasformista
  • Hush: la poltrona come spazio personale

Blandito, il tappeto trasformista

Blandito è una coccola simpaticissima, un po' tappeto un po' cuscino, che si adatta alle esigenze del suo proprietario con giocosa condiscendenza (non a caso il suo nome in spagnolo significa "morbido" ma anche "tenerone"). Creato da OradariaDesign, gruppo sperimentale tutto al femminile con sede a Firenze, questo tappeto imbottito polifunzionale funge anche da letto, pouf, culla, poltrona, o soffice rifugio. Per cambiare la sua forma basta usare la fantasia e infilare gli appositi elastici negli occhielli presenti lungo il perimetro fissandoli con le sfere di legno in dotazione, che sono trattate con una vernice atossica agli olii di agrumi. Ispirato ai tappeti-gioco per bebè, è pensato per i bambini ma anche per chiunque voglia giocare con loro o usufruire di un caldo e avvolgente abbraccio. Blandito è realizzato in cotone, completamente sfoderabile e lavabile, disponibile in diversi colori e in tre misure da 150, 180 o 200 cm di diametro.

Hush: la poltrona come spazio personale

Per i momenti in cui la pressione del mondo esterno si fa insostenibile, la designer britannica Freyja Sewell ha creato una poltrona richiudibile: si chiama Hush, "silenzio", ed è concepita come una poltrona-utero formata da "spicchi" in cui, qualora se ne avvertisse la necessità, ci si può chiudere dentro grazie ad un'asola che li unisce. Hush è totalmente ecologica: è fatta di uno speciale feltro ricavato dalla plastica riciclata. Tale materiale, oltre a risultare molto caldo e piacevole al tatto, è durevole, facile da pulire ma soprattutto un ottimo isolante acustico.

Insomma, il segreto è questo: che ci si voglia ritagliare un prezioso momento di relax lasciando il mondo fuori o riprendersi indietro il tempo sottratto alla famiglia divertendosi, l'importante è farlo con stile.